HOME > COLLANE > MARGINI > LIBRI DA RIDERE...
 
   
 
 

Antonio Castronuovo
LIBRI DA RIDERE
La vita, i libri e il suicidio di Angelo Fortunato Formiggini


COLLANA: Margini
GENERE:
pp. 160
Anno: 2005
PREZZO: 5,95 euro
(15% di sconto sul prezzo di copertina: 7,00 euro)
ISBN: 9788872268445




 
   
 

Albert Hofmann
I SOGNI DELLA MATERIA
  Costanza Previtali
UN BALLO SOLTANTO E VADO VIA
  Nii Ayikwei Parkes
SORTILEGIO A SONOKROM

“Si nasce editori come si nasce poeti”, disse una volta Formiggini. Proprio vero: l’editoria, così come la poesia, non s’improvvisa. E lui con quella dote riuscì anche a diventare l’editore meno noioso che l’Italia abbia mai conosciuto. Il fatto è che Formiggini fu tante cose, talmente tante da ingarbugliare ogni tentativo di classificazione: editore, fondatore di riviste, scrittore; filosofo dell’umorismo e collezionista di libri ridanciani. La sua vita di ebreo assimilato fu interrotta nel 1938 dalla tegola delle leggi razziali, contro cui decise di protestare col gesto più eclatante: il suicidio.
Questo libro, oltre a parlare della vita di un uomo straordinario, attraversa drammi e melodrammi, scempiaggini e orrori dell’epoca in cui fu attivo: il ventennio fascista.

APPROFONDIMENTI

www.lankelot.eu:80/letteratura/castronuovo-antonio-libri-da-ridere-la-vita-i-libri-e-il-suicidio-di-angelo-fortunato-fo


 

I COMMENTI DEI LETTORI
  29/11/2008
Ricordo di Formiggini
Inaugurata ieri, 29 novembre, anteiazza Grande a Modena,
esattamente 70 anni dopo il tragico suicidio di Angelo Fortunato Formiggini gettatosi 70 anni fa dalla torre Ghirlandina,
a Modena,
una ricca ed articolata mostra (allestita dal'antiquario modenese Garagnani)
sulla lunga e ricca parabola esistenziale del geniale editore modenese: mostra dove sono esposte le geniali collane
editoriali Formiggini arricchite da
fotografie inedite e svariate lettere
scritte da Formiggini prima del tragico suicidio: un gesto estremo per denunciare l'infamia delle leggi razziali promulgate dal fascismo nel 1938. Una morte che è ancora un feroce atto di accusa contro un regime infame, la più
spaventosa pagina della notte buia della storia italiana: il
regno del male assoluto: il passato che non passa.
Una mostra che è un omaggio fatto a
Formiggini da
tutti gli editori modenesi
presenti il 29, 30 e 1° dicembre in piazza Grande per la prima edizione della mostra mercato sull'editoria modenese. Giulia Manzini, giornalista pubblicista Gazzetta di Modena manzini_giulia@libero.it 3338365399


Giulia Manzini
 
     

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Banda Aperta Srl - via G. Gatteschi, 23, 00162 Roma - P.Iva 12965071009 | Privacy Policy