HOME > COLLANE > ERETICA SPECIALE > ABITARE LA MENZOGNA...
 
   
 
 

Antonella Lia
ABITARE LA MENZOGNA
Infanzia infelice. La retorica della famiglia perfetta e la rabbia giovanile. Da vittime a carnefici


COLLANA: Eretica speciale
GENERE:
pp. 216
Anno: 2013
PREZZO: 12,75 euro
(15% di sconto sul prezzo di copertina: 15,00 euro)
ISBN: 9788862223393




www.antonellalia.it
 
   
 

Andrea Benedetti
MONDO TECHNO
  Fabio Fiori
ERBA BUONA
  Sylvie Freddi
Q502

Cosa hanno in comune un pedofilo, un masochista, uno psicopatico, un marito violento, uno schizofrenico, un seviziatore di animali? Apparentemente così lontani tra loro, condividono un’infanzia maltrattata.
Questo libro evidenzia le sofferenze dei bambini e rende manifeste le conseguenze dei maltrattamenti sull’intera collettività.
Le vicende più traumatizzanti nella crescita non scaturiscono dai disagi ambientali. L’evento devastante, in quanto fonte primaria di conflitti, è la violenza dei genitori.

APPROFONDIMENTI

“Abitare la menzogna” è stato inserito nel Polo SBN delle Università di Trieste e del Friuli Venezia Giulia: www.biblioest.it/SebinaOpac/Opac?action=search&thXSOGG=FN+MALTRATTAMENTI+-+Infanzia+-+Aspetti+psicologici&startat=0; e nel “Centro nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l’adolescenza” (organismo di cui si avvale l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza): opac.minori.it/EOSWeb/OPAC/Search/AdvancedSearch.asp?IsFirstDisplay=0&SearchCode=11786342

============================================================

www.ilroma.net/content/abitare-la-menzogna-linfanzia-infelice-raccontata-da-antonella-lia

Segnalazione su Il Mattino di Napoli del 21 maggio 2013:
www.stampalternativa.it/cmssa/uploads/docs/Il_Mattino-21maggio2013.jpg

Segnalazione su La Repubblica, 26 giugno 2013
www.stampalternativa.it/cmssa/uploads/docs/Recensione_Repubblica_26_giugno_2013.jpg

Antonella Lia intervistata a Radio Città Aperta (26 giugno 2013):
www.wetransfer.com/downloads/0d9c25d11833b5202682ade1268feded20130703153903/e83549c624811e6cf7ebf8e6fe62bace20130703153903/e78195

Recensione su "Il Mattino" di venerdì 1° novembre 2013
www.stampalternativa.it/cmssa/uploads/docs/lia_ilmattino.pdf

Sulla presentazione del 5 gennaio 2014 a Guardia Sanframondi
www.ilquaderno.it/guardia-sanframondi-il-5-gennaio-presentazione-libro-abitare-menzogna-antonella-lia-91790.html
infosannio.wordpress.com/2014/01/04/guardia-sanframondi-presentazione-del-libro-abitare-la-menzogna/

Recensione di Francesca de Carolis su laltrariva.net
www.stampalternativa.it/cmssa/uploads/docs/decarolis_altrariva.pdf

La trasmissione televisiva che parla del libro. Insieme all'autrice, gli avvocati di Eurojuris:
www.aqbox.tv/programmi.php?format=53

Un articolo sul libro:
donnemanagerdinapoli.com/2014/08/23/uninfanzia-infelice-genera-mostri/

Interviste di Annamaria Carloni, onorevole deputato, e di Armida Filippelli, dirigente scolastico, sull'importanza del libro "Abitare la menzogna", 12 settembre 2014, Biblioteca Benedetto Croce, "Salotto Primavera Arte": www.youtube.com/watch?v=ndZmgFZq54Y&feature=share

www.ilmondodisuk.com/dettaglio_notizia.asp?ID=4061

www.nontogliermiilsorriso.org/forum/viewtopic.php?f=24&t=4860


Presentazione del 10 ottobre - rassegna stampa:
videodomani.com/napoli-abitare-la-menzogna-presentato-il-libro-di-antonella-lia-11-10-14/


Antonella Lia intervistata a Radio Amore Napoli:
soundcloud.com/antonella-lia/antonella-lia-abitare-la-menzogna-intervista-radio-amore-napoli


www.facebook.com/lasalamandranapoli/posts/873699752680785?comment_id=874280135956080&reply_comment_id=874293362621424&offset=0&total_comments=3

www.aclinapoli.it/index.php/75-acli-nola-la-violenza-in-famiglia-e-fuori


Intervista ad Antonella Lia:
www.21secolo.eu/intervista-alla-scrittrice-antonella-lia/


www.quartonews.it/new/index.php/cultura/715-sabato-a-quarto-l-evento-fiorire-in-una-terra-libera

mooksfabrika.mooks.it/evento/antonella-lia-abitare-la-menzogna


Antonella Lia intervistata a RADIO AMORE NAPOLI sui contenuti di ABITARE LA MENZOGNA:
www.youtube.com/watch?v=6lNg_NyqS1o

Intervista "Famiglia: quelle antiche ferite mai guarite", pubblicata sulla rivista Extra Magazine, sui temi di "Abitare la menzogna":
www.extramagazine.eu/it/blog/6-cultura/6344-incontri-famiglia-quelle-antiche-ferite-mai-guarite.html


 

I COMMENTI DEI LETTORI
  25/04/2013
abitare la menzogna
è senz'altro "forte", è come un pugno nello stomaco,ma si legge come un romanzo, mi è davvero piaciuto molto

liliana
 
     
  26/04/2013
abitare la menzogna
sono un docente di sostegno e ritengo che questo libro dovrebbe essere letto da tutti gli addetti ai lavori. Noi siamo spesso a contatto con ragazzi definiti "problematici" e sarebbe utile capire da dove viene il loro disagio

l.luciano
 
     
  26/04/2013
ABITARE LA MENZOGNA
"Pinocchio andò a scuola. Figuratevi quelle birbe di ragazzi quando videro entrare nella loro scuola un burattino!"
(C. Collodi,Le avventure di Pinocchio, Torino, Einaudi, 1979)
Quanti "Pinocchietti" ho conosciuto, ghettizzati dai compagni e dalla scuola che avevano alle spalle una non famiglia...


boma
 
     
  04/01/2014
abitare la menzogna
Un libro che ogni genitore dovrebbe leggere!

ag
 
     
  21/01/2015
abitare la menzogna
Un libro che tutti dovrebbero leggere,aiuta a prendere coscienza dell'importanza del ruolo genitoriale e di quanto un'infanzia serena possa contribuire alla nascità di una società più sana e imperniata su valori giusti.

amica
 
     
  21/01/2015
Abitare la menzogna
vi sono violenze non solo materiali, ma anche subdolamente psicologiche che ci velano gli occhi ammantati da quell'alone di "sacra famiglia" e ce ne accorgiamo quando la vita ti spalanca gli occhi dinnanzi ai problemi personali e familiari.allora occorre avere il coraggio di ammettere prima di tutto a se stessi di averli inconsciamente subiti , occorre farsene una ragione ..e ove possibile usare questo fardello per porsi realmente sulla propria strada.

Jumeau@libero.it
 
     
  21/01/2015
Commento
Libro interessante e ricco di spunti preziosi. Tutti potrebbero e dovrebbero leggerlo.

Antonio Bibiano
 
     
  21/01/2015
ABITARE LA MENZOGNA
Un opera che mi ha aperto gli occhi su molte problematiche e questioni familiari..da leggere per poi riflettere e darsi e dare risposte su un modo di educare sbagliato e contorto.Per capire in profondità anche le menti più confuse e malate.
A me personalmente ha dato uno stimolo in più sul modo di educare i miei stessi figli..imparare a mettersi in gioco per non cadere sempre in luoghi comuni e fare sempre gli stessi errori.


isola
 
     
  21/01/2015
Abitare la menzogna
libro alquanto esaustivo e interessante che ho avuto modo di apprezzare e mi sento di consigliarlo a tutti i genitori

claudia
 
     
  21/01/2015
Abitare la menzogna : proposta per la biblioteca scolastica
Salve
Sono una docente presso liceo scienze umane , trovo il libro di Antonella Lia molto interessante e adatto allo studio dei miei allievi. Ho proposto l' acquisto sia per la biblioteca scolastica che per l' utilizzo in classe come libro consigliato .
Carmela longobardi


Carmela
 
     
  21/01/2015
Abitare la Menzogna
In un mondo pieno di parole,troppo spesso inutili e difficili da comprendere, la Dottoressa Lia è riuscita ad affrontare,con il suo libro "Abitare la menzogna",un argomento,un problema del quale ormai si parla da sempre, in maniera molto analitica e a differenza di chi adopera paroloni senza costrutto,è riuscita ad esporlo e ad esporre i corretti modi di comportarsi, esprimendosi con una terminologia molto comprensibile,facendo del suo libro un vero e proprio gioiello, destinato non solo agli addetti del settore ma anche a quei genitori che realmente desiderano occuparsi del buon crescere, non solo fisico, dei propri figli. Francesco Bisogni, vice presidente Associazione Famiglia c'è.

Francesco Bisogni
 
     
  21/01/2015
Consiglio questo libro a chi voglia approfondire queste tematiche
Il libro offre spunti di riflessione originali e interessanti. L'ho consigliato ai miei genitori..è stato utile.

Andrea Gini
 
     
  21/01/2015
Abitare la menzogna di Antonella Lia
Un libro che tutti dovrebbero leggere.
Un'attenta analisi sulla genesi dei mostri
che popolano la società di oggi.
Per un futuro migliore, contro i femminicidi,gli infanticidi,
la pedofilia,per le donne,per le famiglie,per tutti.


RoseRosy
 
     
  22/01/2015
Abitare la menzogna
Efficace e incisivo nello scardinare luoghi comuni e false certezze che inquinano e ostacolano il rapporto genitori/figli .

L'autrice, partendo da analisi lucide e critiche che non lasciano spazio ad alibi e "menzogne" , accompagna il lettore in un percorso riflessione che permette una maggiore comprensione dei nostri figli e dei loro comportamenti e , nello stesso tempo fa maturare una nuova consapevolezza e un modo più autentico di essere genitori.


ag.pisa
 
     
  22/01/2015
ABITARE LA MENZOGNA di Antonella Lia
Perché comperai questo libro? Beh, mi incuriosì moltissimo un piccolo paragrafo che lessi su Facebook.
“La madre cura e protegge il suo bambino, talvolta a costo della propria incolumità, e non si tratta di eroismo, ma di quello che generalmente si intende per istinto materno. Lo condivide con “mamma gatta” o “mamma orsa”, e nessuna di queste mamme merita per questo di essere decorata. Mentre però nel mondo animale, assicuratasi che il cucciolo sia ormai indipendente, la madre lo lascia a se stesso, in alcune famiglie umane il figlio dovrà risarcire la mamma di tutti i “sacrifici” che ha fatto per lui...” Corrispondeva esattamente al mio pensiero e, quando lo esprimevo parlandone con sorelle o amiche, usavo l’esempio degli uccelli, i quali addirittura spingono fuori del nido i piccoli perché imparino a volare.
Comprai subito questo piccolo volume e lo lessi d’un fiato. Rilessi più e più volte alcune pagine, per comprendere ogni sfumatura del ragionamento. E trovai esempi e somiglianze con i comportamenti di tante persone da me conosciute. Volli conoscere l’autrice e quindi andai ad una sua presentazione. Mi piacque molto sia la presentazione che l’autrice, la quale con un linguaggio chiarissimo esprime concetti spinosi. Adatto quindi a qualsiasi tipo di pubblico. L’ampia bibliografia testimonia lo studio accurato e approfondito, ma con uno stile sempre sobrio e di facile comprensione. Massima l’utilità poi per il mondo dell’educazione perché le schede finali riescono a fornire un validissimo contributo ad insegnanti ed operatori sociali. Perché leggerlo? E’ presto detto. Siamo tutti figli, certo ognuno con esperienze diverse, ma abbiamo tutti vissuto questo difficile rapporto con il genitore. A distanza di tempo attraverso questo libro ciascuno potrà comprendere e … tradurre i comportamenti vissuti e le conseguenze su se stesso.
Qualcuno è egli stesso genitore e con l’ausilio di questo libro potrà, se vorrà, migliorare il proprio comportamento genitoriale. Abbiamo tutti poi amici e conoscenti, dei quali a volte non comprendiamo determinati comportamenti. Attraverso la lettura di questo libro riusciremo a comprendere meglio le radici di tali “stranezze”.
Infine siamo tutti spettatori di ciò che accade nel mondo. Spesso fatti di sangue orribili ci lasciano esterrefatti. Si leggono su FB commenti molto duri, dettati certamente dall’orrore del momento. Ma forse gli strumenti per una migliore comprensione di questi fatti sarebbe facilitata dalla lettura di “Abitare la menzogna”. Allora forse emergerebbe anche la pietà, la commiserazione e la misericordia nei confronti di chi, avendo da piccolo incolpevolmente ….abitato la menzogna …, non è stato neanche aiutato a superarla e si trova oggi ad essere egli stesso carnefice.Io l'ho anche regalato, perchè credo che la sua lettura possa "aiutare" chi lo legge, e che è vicino al lettore.
Laura Ravone 21/01/2015


Laura Ravone
 
     
  22/01/2015
abitare la menzogna
Il testo sopra citato è interessantissimo e non solo per gli addetti ai lavori ( genitori, psicologi,maestri)ma è una grande chiave di lettura per capire e comprendere tanti meccanismi dell'animo umano che a una prima occhiata distratta possono davvero ingannare. Ne consiglio la lettura a tutti. Brava Antonella Lia
Giuliana


giu
 
     
  22/01/2015
un libro coraggioso
negli ultimi tempi stiamo assistendo ad un tentativo sempre più deciso, di sminuire e svalutare il ruolo dei Servizi Sociali come istituzione a tutela dei minori. Questo libro porta tutti gli operatori coinvolti nelle relazioni d'aiuto ad assumersi le responsabilità e di collaborare per andare a fondo ai disagi che i bambini manifestano nei vari ambiti ed intervenire con competenza e decisione per rimuovere le cause e curare le ferite.

ida floridia
 
     
  22/01/2015
un libro da diffondere
quante tragedia potrebbero essere evitate affrontando "a monte" certi problemi!
questo libro dimostra come comprendere meccanismi dei nostri comportamenti e chiarirli prima di tutto a noi stessi possa aiutarci a risolvere conflitti e questioni profonde che giacciono dentro di noi.
Antonella Lia esplicita in questo testo anni di studi e di esperienza che l'hanno messa in contatto con realtà complesse giungendo a descrivere magistralmente meccanismi difficili da inquadrare. .
da non perdere!


linda
 
     
  24/01/2015
Un libro indispensabile
Un libro indispensabile per comprendere le radici della violenza che quasi sempre nasce nello spazio sociale più nascosto ed intimo, la famiglia. Per aprire gli occhi e imparare a interrogarsi anche di fronte alle situazioni apparentemente piú lontane dalla violenza, scoprendone le origini. L'autrice, in quanto esperta del tema attraverso il suo lavoro quotidiano di psicoterapeuta, riesce a sviscerare il tema come pochi altri hanno saputo fare. Ecco perchè è un libro indispensabile!

Martimuma
 
     
  30/01/2015
Abitare la menzogna
La lettura di questo libro in un primo momento mi ha sconvolto perché non avrei mai sospettato che il rapporto tra madre e figlio può avere risvolti così conflittuali. Ma poi, riflettendoci su, mi sono resa conto che la conoscenza di queste problematiche, potrebbero essere di grande aiuto soprattutto alle coppie giovani per evitare quegli errori che, in buona fede, tutti commettono.
E' un libro che dovrebbe essere letto o introdotto soprattutto nelle scuole superiori.


m ariselio@libeero.it
 
     
  02/02/2015
Un ottimo testo
Trovo che sia un libro molto efficace, fa il punto su quanto è stato scritto finora (ho apprezzato la ricchissima bibliografia!) su questo argomento purtroppo misconosciuto. Andando oltre. però, poiché prende in considerazione le molte facce della violenza familiare, partendo da molto lontano (da un lato una società che ha relegato la donna a un ruolo marginale e sottomesso, dall'altro il bambino della notte di cui non si prende mai abbastanza coscienza) per arrivare, dopo un'analisi rigorosa, alla speranza che pervade la conclusione. Speranza che a me a volte sembra ancora troppo fragile, vista la cecità che vela ancora gli occhi anche degli addetti ai lavori. È un saggio che meriterebbe una maggior visibilità.

Mik
 
     
  09/02/2015
Un libro-strumento
Questo libro è uno strumento a disposizione di insegnanti ed educatori di ogni tipo per costruire consapevolezza nelle persone che hanno di fronte.
La scorsa primavera le mie alunne sonnecchiavano pazienti di fronte a qualche mia spiegazione di psicologia. E' bastato distribuire qualche copia di questo libro -con la consegna vaga di pescare dall'indice qualcosa di interessante- e si sono improvvisamente svegliate, appassionate, motivate. Ed era la settima ora di lezione di un giovedì...non so se avete mai provato....
Un libro-strumento. Uno strumento prezioso.

Riccardo Vigilante


rivigila
 
     

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Banda Aperta Srl - via G. Gatteschi, 23, 00162 Roma - P.Iva 12965071009 | Privacy Policy