HOME > COLLANE > ERETICA SPECIALE > NELLE ZONE TEMPERATE...
 
   
 
 

David Parri
NELLE ZONE TEMPERATE



COLLANA: Eretica speciale
GENERE: Romanzo
pp. 392
Anno: 2017
PREZZO: 15,30 euro
(15% di sconto sul prezzo di copertina: 18,00 euro)
ISBN: 9788862225878




 
   
 

Sarah Revoltella
ANTIMONIO
  Luca Moccafighe
NELLA CURVA DELL'ESSERE
  Dario Piccotti
L'INFERNO DEL PROLETARIATO

Rivolta contro lo sfruttamento, rivendicazione dei diritti e lotta per la vita e il lavoro agitano un centro minerario del sud della Toscana tra il 1914 e gli anni del Biennio rosso. In questo contesto si intrecciano le storie di quattro personaggi: Ordigno, Annibale, Esther e Saverio. Tutti si ritroveranno volontari nella Guerra di Spagna dopo aver conosciuto l’ascesa del fascismo, la clandestinità e l’esilio. Su un altro piano temporale si snoda la vicenda di Fausto, nipote di Saverio, che – adattandosi a una grigia esistenza precaria – assiste all’erosione della propria dignità, rimanendo indifferente anche di fronte alla forza della memoria, racchiusa nei ricordi di un vecchio reduce della Guerra civil che aveva conosciuto suo nonno. Una scoperta fortuita sembrerà però dare alla vita di Fausto l’indirizzo desiderato.

Nelle zone temperate offre spunti di riflessione sul presente incerto e su un passato illuminato dalle scelte e dall’impegno di uomini immersi nel ferro e nel fuoco di inizio Novecento.

APPROFONDIMENTI

Alberto Prunetti su lavoroculturale.org
(www.lavoroculturale.org/multisegnalazioni-editoriali-3/):
"Esordio narrativo per David Parri che scrive una storia ambientata nel sud della toscana (tra la Maremma e l’Amiata) seguendo i percorsi di un pugno di personaggi attraverso le evoluzioni rivoluzionarie del secolo breve. A cornice, un filo narrativo contemporaneo fa da controcanto alla narrazione. Parri scrive con capacità tecnica, seguendo forse pedissequamente l’esempio del naturalismo (non a caso cita Germinal di Zola, che ad ogni modo è una fondamentale base di partenza). C’è una dimensione corale nella sovrapposizione dei protagonisti, scelta che trovo convincente, che del “grande personaggio” di certi romanzi storici degli ultimi anni non se ne può più; e c’è anche un taglio abbastanza obliquo della prospettiva del racconto (dal basso, dal fondo delle miniere e dagli appartamenti umili degli esuli antifascisti). Se Parri saprà calcare altri territori del romanzo storico (sul filone che da Eco va ai Wu Ming e a Evangelisti, oppure praticando l’ibridazione tra saggio e narrativa, ad esempio), son certo che ne risentiremo parlare. La stoffa c’è".


 

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Banda Aperta Srl - via G. Gatteschi, 23, 00162 Roma - P.Iva 12965071009 | Privacy Policy