HOME > COLLANE > ROCK PEOPLE > IL TEATRO MUSICALE D...
 
   
 
 

Gianfranco Salvatore
IL TEATRO MUSICALE DEL ROCK
Avanguardie, frontmen, light-show


COLLANA: Rock people
GENERE: Musicale
pp. 400
Anno: 2018
PREZZO: 20,40 euro
(15% di sconto sul prezzo di copertina: 24,00 euro)
ISBN: 9788862225885


La gente del rock e la gente del teatro non parlano sempre lo stesso linguaggio. Noi volevamo provare a imboccare nuove strade e trrovare un nuovo territorio.
Peter Gabriel
 
   
 

Consuelo Valenzuela
GUIDA ALLE PIÚ BELLE CASE DI ARTISTI IN ITALIA
  Enzo Eric Toccaceli
FERLINGHETTI 100
  Consuelo Valenzuela
VOGLIO CAMBIARE IL MONDO

La performance, nel rock, non è solo un concerto. È uno spettacolo, nel senso che presenta qualcosa da guardare, oltre che da ascoltare. Ma è anche di più. È teatro, nel senso in cui il teatro è stato ridefinito dagli artisti, dagli storici e dai teorici moderni.
Jim Morrison e Alice Cooper conoscevano bene i princìpi della rivoluzione teatrale di Artaud, Bowie quelli del mimo e del teatro Kabuki, e molti artisti rock si appassionarono alla scrittura scenica del Dadaismo o del Bauhaus. Fin dagli anni Sessanta e Settanta anche i musicisti dall’approccio più ruspante furono colpiti dall’interesse che i media popolari concedevano a provocatorie proposte sceniche e performative come quelle del Living Theatre e altri gruppi d’avanguardia dell’epoca. Gli artisti britannici avevano nei loro cromosomi la tradizione della pantomima; altri, nell’Europa continentale e negli Stati Uniti, erano attratti dalle varie forme nazionali del teatro di varietà. E tra gli elementi nucleari del teatro il rock ha ripreso e sviluppato in modo sfavillante la costumistica, il make-up, l’illuminotecnica, spesso anche la scenografia, e soprattutto la presenza carismatica e attoriale del performer e del frontman.
Questo libro, unico nel suo genere, ricostruisce le affinità fra lo spettacolo rock e il teatro moderno, ripercorrendo anche le reciproche influenze tra rock, body art e performance art. Capitoli specifici sono dedicati alla teatralità di Mick Jagger, Arthur Brown, Alice Cooper, David Bowie, Iggy Pop, Keith Emerson e Ian Anderson, ma puntuali sono anche i riferimenti a Elvis Presley, Frank Zappa, Fugs, Jimi Hendrix, Velvet Underground, Who, Pink Floyd, Bonzo Dog Doo-Dah Band, Move, Led Zeppelin, Peter Gabriel, Kiss, Rick Wakeman, Sex Pistols, Devo, Throbbing Gristle, Daft Punk, Residents, U2, e alla scena rock e pop più recente.



APPROFONDIMENTI

Gianfranco Salvatore, musicologo, musicista, regista teatrale, è titolare all’Università del Salento della prima cattedra italiana di Storia della Popular Music. Ha pubblicato, a suo nome o con altri studiosi e artisti, decine di libri e dischi, diretto festival importanti – come La Notte della Taranta – e messo in scena numerosi spettacoli di teatro musicale e teatro-danza.


 

LASCIA UN COMMENTO
Nickname: (obbligatorio)
Titolo: (obbligatorio)
Testo:
   
 

Nuovi Equilibri Srl in liquidazione - via Ripagretta 6 - 01016 Tarquinia - C.F. e P. IVA 01554950566 | Privacy Policy